a
Vieni a scoprire il nostra Atelier, dove ogni abito è confezionato su misura per te, perchè per noi ogni cliente è unico, come il giorno più bello e importante della sua vita.

via Manzoni 15/17, Luino (Varese)
Tel +39 0332 537 86
Tel +39 320938979
info@lesposedimary.it
Seguici
Le Spose di Mary > Notizie  > “Poesia d’abito”: un vestito con fogli di libri per l’anniversario di nascita di Sereni
Le spose di Mary, Luino, Varese

“Poesia d’abito”: un vestito con fogli di libri per l’anniversario di nascita di Sereni

In occasione del 105esimo anniversario dalla nascita del grande poeta luinese Vittorio Sereni, la città di Luino si sta preparando al meglio per rendergli omaggio, grazie ad una festa e a numerose iniziative culturali che sabato 28 luglio coloreranno la via dedicata all’artista, nel centro cittadino.

A destare molta curiosità tra i luinesi, ma soprattutto tra i turisti, è stata senza dubbio la vetrina del noto negozio sito in via Manzoni, “Le Spose di Mary”, che da qualche giorno ha esposto in vetrina “Poesia d’abito“, un abito da sposa realizzato con centinaia di fogli di libri, interamente fatto a mano.

“Abbiamo voluto dare un nostro contributo all’anniversario di nascita di Sereni – raccontano Maria Fiera e Maria Napoli -, perchè quando si parla di libri, cultura e storia è importante partecipare. Ci abbiamo impiegato un mese per realizzarlo, pagina per pagina, ognuna di queste ritagliata delle stesse dimensioni e attaccate alla base del corpetto e della gonna. Ogni fogli è stato assemblato creando balze, rouge e drappeggi, tutto in maniera simmetrica. L’obiettivo era quello di dare quel tocco di magia al vestito, facendo in modo che le pagine potessero svolazzare con il vento. Dopo lo abbiamo guarnito con pizzo rebrodé nero, che simbolicamente rappresentano le macchie di inchiostro di un pennino”.

Insomma, una vera e propria opera d’arte, che sta catalizzando l’attenzione di tanti passanti. “Da quando lo abbiamo esposto in vetrina – concludono le proprietarie -, tanti turisti si sono sono fermati a fotografare l’abito e a chiedere informazioni per l’acquisto o per il prezzo. Per noi, però, ‘Poesia d’abito’ non ha prezzo, difficilmente lo metteremo in vendita. Un’opera d’arte come questa, per noi, non può avere valore“.

La meravigliosa idea è venuta a Maria Fiera, ricordando un esame di cucito che aveva affrontato nel 1975, quando aveva realizzato un vestito in carta velina ricamata a mano.